Ristorante Marzapane

di | 20 Mar 2021

INDIRIZZO:

Via Flaminia 64 (vicino Piazzale Flaminio) Roma

www.marzapaneroma.com/

Riposo settimanale lunedì

Conto alla carta sui 40 Euro per tre portate, bevande escluse

Consigliata la degustazione a € 65

Marzapane aprì qualche anno fa a Roma vicino Piazza Fiume. Ci fu una certa eco, perché la giovane chef spagnola Alba Estevez Ruiz fu subito considerata una stella emergente del panorama gastronomico romano.

Alba è andata via (ora è alla Antica Fonderia) e Marzapane si è spostato in un palazzetto tutto suo vicino Piazzale Flaminio. Quindi, di fatto, un ristorante tutto nuovo, anche se parte della brigata di cucina si è formata con la Estevez Ruiz.

La cucina è a vista, anzi si può optare per mangiare direttamente sul banco affacciato alla cucina. Si tratta di una formula nata con un tavolo proprio dentro la cucina in trattorie di campagna. Un tavolo riservato agli amici e ai più golosi. Poi, con l’avvento delle regole igieniche HACCP, ma forse anche perché nelle città le cucine sono piuttosto anguste, si sono cominciati a diffondere i banchi cucina. Al banco il menù è solo degustazione, si viene serviti direttamente dai cuochi e l’interazione con loro è molto interessante. Si può vedere il proprio piatto nascere.

Il giovanissimo chef Francesco Capuzzo Dolcetta ha lavorato in alcuni ristoranti in Francia e a Tokio. Non c’è da stupirsi quindi se la cucina sia Fusion: piatti tipici italiani, alta tecnica, uso della brace, che conferisce un tocco di brutalità, ed una ragionata aggiunta di taluni ingredienti orientali.

Sulla brace, tra l’altro, viene fatto colare il grasso di Rognone affumicato, poi utilizzato in diversi piatti come vedremo. L’uso di questo grasso potrebbe far pensare ad una cucina molto grassa. Non è esattamente così.

La tecnica di cucina, infatti, è raffinata e tecnica: il risultato non lo possiamo certo definire particolarmente leggero, ma neppure grossolanamente untuoso. Anche se in effetti almeno la focaccina di benvenuto con patate un po’ lo è: ma è morbidissima e golosissima, peccato veniale.

Come si addice ad un ristorante di buon livello, il pane è fatto in casa, con grani antichi.

Di antipasto sono arrivati i Carciofi alla brace, con maionese di aglio e mentuccia, sapore netto e

pulito senza il lato fastidioso dell’aglio, ci viene infatti spiegato che l’aglio viene sottoposto ad una particolarissima lavorazione.

Sempre di antipasto una Insalata di cavolfiori con olio di sesamo con su uno sgombro caldo (interessante la sensazione caldo/freddo) e Cedro Etrog.

 

Iniziamo i primi con un Capellino al burro di rognone di manzo affumicato con polvere di liquirizia, un sapore complesso avvolgente agrodolce.

Si prosegue con Risotto alla milanese, mantecato con burro acido con grasso di rognone. Cottura molto romana (al nord si fa molto meno al dente), ma la mantecatura è impeccabile.

Per i secondi l’Arista di maiale alla brace, dopo essere stato marinato nel peperone crusco della Lucania, ravanello e Kimchi (che mi sa che non viene dalla Lucania, direi dalla Corea). Purtroppo, il piatto non ci ha entusiasmato: la cottura lasciava la carne una consistenza un po’ gommosa, e nel complesso il piatto è risultato un po’ squilibrato sull’acido: probabilmente un colpo di sfortuna, ma dobbiamo riferire sulla base di quanto assaggiato.

Interessanti le lamelle di Ananas alla brace marinate al sale e peperoncino con crema alla cascara (che sarebbe la buccia del caffè).

 

Ovviamente in zona rossa il Ristorante è chiuso, ma comunque fa asporto.

In particolare, per l’asporto consiglio l’Hamburger di Manzo selezione della antica macelleria Varvara di Altamura cotto alla brace, pomodoro, cipolla rossa, insalata, salsa burger fatta in casa, formaggio e guanciale croccante. Servito con le patate fritte tagliate a mano.

PUNTEGGIO CUCINA       72

 

INDICE DI GRADEVOLEZZA + 26
Locale curato ed accogliente +  5
Banco Cucina e interazione cucina +  5
Cortesia +  5
Parcheggio difficoltoso –   2
Digeribilità –   2

 

MENÙ MARZAPANE

Entrée

Sgombro affumicato, cavolfiore, sesamo e cedro Etrog              € 12

Uovo sul fuoco, Comté e pancetta di Nero dei Nebrodi              € 12

Carciofi alla brace, aglio e mentuccia                                              € 12

Plat

Risotto allo zafferano e grasso di rognone affumicato                 € 14

Tagliatella al ragù bianco                                                                    € 14

Riso fritto                                                                                               € 14

Capellino con grasso di rognone e liquirizia                                    € 14

Ricciola, finocchi e clementina rubino                                             € 20

Burger Marzapane e patate (disponibile anche per take-away) €  16

Anatra alla brace                                                                                  € 25

Dessert

Galette des rois al pistacchio di Raffadali                                         € 8

Roll al cacao e cascara                                                                          € 8

Menù Degustazione

Percorso gastronomico proposto dalla cucina per l’intero tavolo  € 65

Formula Week

Plat e Dessert                                                                                         €  20

Entrée e Plat                                                                                          €  26

Entrée, Plat e Dessert                                                                           € 35

 

I ristoranti

Bistecche coltivate?! Pizza di farina di grilli?!!

Bistecche coltivate?! Pizza di farina di grilli?!!

Simpatizzare con i contadini è quasi istintivo e naturale. Soprattutto oggi che fin troppe persone campano producendo il nulla assoluto: non voglio dire chi, tanto sappiamo tutti che sono gli influencer. I contadini “fanno”, i contadini “creano” il cibo: è ovvio che...

Il Cavallino – Maranello (MO)

Il Cavallino – Maranello (MO)

Il Cavallino - Via Abetone Inferiore 1 - 41053, Maranello (MO) 0536 944877  Due menu degustazione a € 62 e € 82 oltre il vino, alla carta 4 portate sui €75 a persona oltre bevande   Di Ristoranti “Il Cavallino” ne è piena l'Italia, ma questo è proprio il “vero”...

Salsamenteria storica e verdiana BARATTA dal 1873

Salsamenteria storica e verdiana BARATTA dal 1873

Via Roma 76, 43011, Busseto (PR) - 0524 91066 Degustazione salumi, formaggi e salsine con Vino e Dolce € 22 Se vi trovate lungo l'autostrada del sole tra la Lombardia e l’Emilia e NON avete voglia di Sushi, uscite a Fiorenzuola d’Arda, se venite da nord, oppure a...

Nido dell’Aquila – Anversa d’Abruzzo (AQ)

Nido dell’Aquila – Anversa d’Abruzzo (AQ)

Indirizzo: Piazza risorgimento - Frazione Castrovalva - Anversa d’Abruzzo (AQ) Tel: 340/309 6967 Menù fisso a € 50 Stavolta andiamo in un posto strano. Siamo ad Anversa a un paio d’ore da Roma, ma non di aereo: di macchina. Questa ridente cittadina della montagna...

Altre mappe golose

Gita a Bari e nel nord della Puglia

Gita a Bari e nel nord della Puglia

Tra le mete gastronomiche non può mancare la Puglia. Oggi daremo qualche spunto per una zingarata nel nord di questa regione: per il Salento faremo un discorso specifico. Facciamo base in un delizioso e curatissimo piccolo albergo a Casamassima e, a partire da lì, ci...

TUTTI in pasticceria Campania  – III° Edizione

TUTTI in pasticceria Campania – III° Edizione

Durante l'ultima riunione i visi erano corrucciati e preoccupati, la domanda angosciante era: “perché proprio la rubrica di gastronomia è la più letta”, ancor peggio “la pagina più letta è quella Tutti in Pasticceria Campania”. Un bravo responsabile della rubrica di...

Panettoni 2023 –  L’Aggiornamento

Panettoni 2023 – L’Aggiornamento

Ripropongo la mappa dei Panettoni e altre leccornie di Natale, pubblicato il mese scorso, ma ora notevolmente ampliato e integrato per permettere gli ultimi acquisti. Praticamente tutti ormai hanno anche lo shop on line, ma affrettatevi Anche quest’anno propongo una...

PANETTONI 2023

PANETTONI 2023

Anche quest’anno eccoci all’appuntamento con i prodotti natalizi. Certo! Siamo in anticipo rispetto al Natale, le giornate caldissime sono un ricordo recentissimo, ma uscire il 20 Dicembre sarebbe inutile: le migliori pasticcerie avrebbero terminato o quasi la loro...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

TAG

Condividi!

Condividi questo articolo!