Trattoria Vino e Cibo a Senigallia

di | 20 Gen 2023

Alla carta sui € 50 oltre bevande

 

Senigallia. Città ben strana.

Io la conoscevo per la sua caratteristica di territorio di confine tra dialetti del nord e quelli del centro.

Soddisfo la vostra insana curiosità: sul fronte tirrenico, in corrispondenza, c’è Massa: Carrara è già ufficialmente dialetto Emiliano, come Pesaro è Romagnolo. Per giunta la linea che le unisce NON corrisponde a quello delle regioni: tra Marche e Romagna qualcosa ha sistemato il trasferimento di una decina di comuni dalla prima alla seconda, ma ci sono diversi comuni toscani che parlano un buffo emiliano toscanizzato.

Dovrei chiedere scusa per l’off topic, ma non lo farò: cultura, dialetti e cibo sono fortemente interconnessi.

Ultimamente Senigallia ha acquisito anche il titolo di Capitale Gastronomica d’Italia.

Ma come??!  Vi spiego.

Qui sono locati due grandi ristoranti: “Uliassi” (tre Stelle Michelin) e la “Madonnina del Pescatore” del notissimo Moreno Cedroni (stranamente “solo” due stelle Michelin).

Ma non finisce qui: appare anche il gelatiere Paolo Brunelli, autore della famosissima Crema Brunelli con nocciole caramellate di Cravanzana, cioccolato di puro criollo Puertomar e vaniglia Mananara del Madagascar (Presidio Slow Food).

Poi c’è il panificio Scattolini e la sua famosa Cupola.

 

MA SOPRATTUTTO c’è quello che per il Gambero Rosso è una delle migliori Trattorie d’Italia: la Trattoria Vino e Cibo, appunto.

Essenziale sin dal nome (mi ricorda le trattorie “Qui se magna” che, a dir di mio Padre, allignavano a Roma negli anni ’30), lo è anche nelle dimensioni (5, diconsi 5 tavoli) e nell’apparecchiatura: tavoli di legno e tovagliette di carta.

Cucina di stretta osservanza ittica, con menù non enorme e, udite udite, scritto a mano!

La caratteristica di Riccardo Rotatori, Patron e Cuoco di Vino e Cibo, è il massimo rispetto per la materia prima. Come si addice alla Cucina Italiana (prego il valente proto di NON modificare le maiuscole: sono due parole che vanno maiuscole).

La materia prima è al centro del piatto, tecniche, manipolazioni e altri ingredienti vanno a valorizzarla, ad esaltarla.

Al contrario di altre cucine, come quella francese, che invece considerano le materie prime componenti di un sapore da costruire.

D’altronde la cucina di ristorazione francese nasce dall’improvvisa condizione di disoccupazione che subirono i cuochi dei nobili con la Rivoluzione.

Ispirandosi irrispettosamente a un passo di Matteo, alcuni cuochi, per sbarcare il lunario, affissero, fuori dei loro atelier, un cartello “Entrate e io vi ristorerò”, da cui il termine “Ristorante”.

La cucina italiana, anche quella di alta ristorazione, nasce nelle trattorie e le trattorie offrivano la cucina di famiglia. D’altronde erano per i viandanti: di la da venire l’andare il ristorante come piacere in sé stesso.

E nelle famiglie italiane ci si ingegnava a dare sapore a quel poco che c’era, a riutilizzare gli avanzi o ad usare quello che rimaneva dalle tavole dei Signori, quella che a Roma prende il nome di “quinto quarto”.

Pane e sgombro, per tornare al Nostro, esprimono con nitidezza questo concetto di esaltazione del poco.

I Tagliolini, realmente fatti in casa, in cui i Totani fanno esplodere sapori di mare molto nitidi.

 

Canocchie (già pulite, un vantaggio non da poco) con una salsina di finocchi e soprattutto di scarola che conferisce una freschezza veramente straordinaria al piatto.

Seppie a tagliatelle con carote e acetosa, delicate e saporite.

Lodi anche alle magistrali Seppioline e Carciofi.

Anche le semplicissime scaloppe di pesce al limone risultano un piatto Gourmet.

 

Buoni vini locali disponibili anche al bicchiere.

ASSOLUTAMENTE NECESSARIA la prenotazione e pure per tempo.

 

PUNTEGGIO CUCINA       75

INDICE DI GRADEVOLEZZA + 21
Locale curato ed accogliente +    5
Cortesia +    5
Digeribilità +    3
Rapporto qualità/prezzo +    5
Vini al calice +    3

 

I ristoranti

Bistecche coltivate?! Pizza di farina di grilli?!!

Bistecche coltivate?! Pizza di farina di grilli?!!

Simpatizzare con i contadini è quasi istintivo e naturale. Soprattutto oggi che fin troppe persone campano producendo il nulla assoluto: non voglio dire chi, tanto sappiamo tutti che sono gli influencer. I contadini “fanno”, i contadini “creano” il cibo: è ovvio che...

Il Cavallino – Maranello (MO)

Il Cavallino – Maranello (MO)

Il Cavallino - Via Abetone Inferiore 1 - 41053, Maranello (MO) 0536 944877  Due menu degustazione a € 62 e € 82 oltre il vino, alla carta 4 portate sui €75 a persona oltre bevande   Di Ristoranti “Il Cavallino” ne è piena l'Italia, ma questo è proprio il “vero”...

Salsamenteria storica e verdiana BARATTA dal 1873

Salsamenteria storica e verdiana BARATTA dal 1873

Via Roma 76, 43011, Busseto (PR) - 0524 91066 Degustazione salumi, formaggi e salsine con Vino e Dolce € 22 Se vi trovate lungo l'autostrada del sole tra la Lombardia e l’Emilia e NON avete voglia di Sushi, uscite a Fiorenzuola d’Arda, se venite da nord, oppure a...

Nido dell’Aquila – Anversa d’Abruzzo (AQ)

Nido dell’Aquila – Anversa d’Abruzzo (AQ)

Indirizzo: Piazza risorgimento - Frazione Castrovalva - Anversa d’Abruzzo (AQ) Tel: 340/309 6967 Menù fisso a € 50 Stavolta andiamo in un posto strano. Siamo ad Anversa a un paio d’ore da Roma, ma non di aereo: di macchina. Questa ridente cittadina della montagna...

Altre mappe golose

Gita a Bari e nel nord della Puglia

Gita a Bari e nel nord della Puglia

Tra le mete gastronomiche non può mancare la Puglia. Oggi daremo qualche spunto per una zingarata nel nord di questa regione: per il Salento faremo un discorso specifico. Facciamo base in un delizioso e curatissimo piccolo albergo a Casamassima e, a partire da lì, ci...

TUTTI in pasticceria Campania  – III° Edizione

TUTTI in pasticceria Campania – III° Edizione

Durante l'ultima riunione i visi erano corrucciati e preoccupati, la domanda angosciante era: “perché proprio la rubrica di gastronomia è la più letta”, ancor peggio “la pagina più letta è quella Tutti in Pasticceria Campania”. Un bravo responsabile della rubrica di...

Panettoni 2023 –  L’Aggiornamento

Panettoni 2023 – L’Aggiornamento

Ripropongo la mappa dei Panettoni e altre leccornie di Natale, pubblicato il mese scorso, ma ora notevolmente ampliato e integrato per permettere gli ultimi acquisti. Praticamente tutti ormai hanno anche lo shop on line, ma affrettatevi Anche quest’anno propongo una...

PANETTONI 2023

PANETTONI 2023

Anche quest’anno eccoci all’appuntamento con i prodotti natalizi. Certo! Siamo in anticipo rispetto al Natale, le giornate caldissime sono un ricordo recentissimo, ma uscire il 20 Dicembre sarebbe inutile: le migliori pasticcerie avrebbero terminato o quasi la loro...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

TAG

Condividi!

Condividi questo articolo!